Riflessioni in ordine sparso sulla fotografia

Un viaggio tra arte, fotografia e vita

Sul paesaggio sublime1 min read

Inland sea, Dwejra - ©Alessandro Mallamaci - Malta 2017

Inland sea, Dwejra – ©Alessandro Mallamaci – Malta 2017

Certo, per capirlo dobbiamo liberarci dal luogo comune che pensa che sia solo il bel paesaggio, il paesaggio pittoresco, sublime o idilliaco. Se c’è una convinzione forte che è emersa dalla recente riflessione sul paesaggio, essa va in senso nettamente contrario. Il paesaggio non è il solo paesaggio pregevole e salvaguardato, quello che ci piace e in cui ameremmo vivere. È paesaggio anche un territorio sconciato e inquinato dall’abusivismo, rovinato da insediamenti industriali, bruttato da cave o discariche. Non è paesaggio solo il Chianti o la Costiera Amalfitana, ma anche l’entroterra tra la laguna di Venezia e Mestre, trasformato in insediamento industriale, o certa pianura veneta invasa dai capannoni, o la distesa infinita di brutte casette nella piana del Vesuvio.
Paolo D’Angelo

Scopri il workshop di fotografia di paesaggio Urban Landscape.


Condividi sui Social:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • MySpace
  • RSS

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*