Riflessioni in ordine sparso sulla fotografia

Un viaggio tra arte, fotografia e vita

Un festival di fotografia a Reggio Calabria

Photòpia Festival

©Ricardo Cases

Ieri si è conclusa l’esperienza di Photòpia, un festival di fotografia organizzato da Il cerchio dell’immagine, a Reggio Calabria. Continua a leggere

Una lezione di fotografia da Stephen Shore

Ciascun livello di una fotografia viene determinato da attributi del livello precedente. La stampa fornisce il contesto materiale per i parametri visivi dell’immagine fotografica. Le decisioni formali, che sono esse stesse un prodotto della natura di quell’immagine, sono gli strumenti che il modello mentale utilizza per costruire l’immagine. Ogni livello crea le basi su cui si forma il livello successivo. Contemporaneamente, ogni livello rimanda al precedente, ampliandone la prospettiva e il significato. Il piano mentale fornisce il contrappunto per il tema descrittivo. L’immagine fotografica trasforma un pezzo di carta in un’illusione seducente o in un momento di verità e bellezza.

Brano tratto dal libro Lezione di fotografia di Stephen Shore.

Gabriele Basilico sul paesaggio, la fotografia come documento e l’archivio del fotografo.

Viaggio in Italia è stata una specie di pausa di riflessione, un rivedere cose inanimante, rivedere degli spazi… Continua a leggere

Seconda sessione di scatti per il workshop di fotografia del paesaggio “Il mare d’inverno – Un’indagine fotografica sull’area ionica della provincia di Catanzaro”

© Stefania Mafrica 2015

Montepaone Lido (CZ) © Stefania Mafrica 2015

Si è concluso il secondo appuntamento del workshop di fotografia del paesaggio Il mare d’inverno Un’indagine fotografica sull’area ionica della provincia di Catanzaro. Gli iscritti hanno continuato per due giorni il lavoro di ricerca in un’area di circa 40 km compresa tra Soverato e Catanzaro Lido. I prossimi appuntamenti saranno il 25 e 26 aprile e il 30 e 31 maggio. L’obiettivo è Continua a leggere

Pensieri su Michael

michael_ackerman_proiezioneLe persone nelle sue foto sono dei figuranti, delle comparse. Percepisco il racconto di una vita, vista con gli occhi di chi la vive, come in un film girato tutto in soggettiva. A colori o in bianco e nero, con luce naturale o artificiale, i suoi amori e i suoi incontri casuali, la droga e i bambini, una madre che allatta, la strada… compongono un viaggio complesso come la vita stessa.

Leggi anche Michael è stato qui