Riflessioni in ordine sparso sulla fotografia

Un viaggio tra arte, fotografia e vita

ORIGINEM di Giorgia Foti1 min read

Nei primi anni di vita la relazione con i genitori determina alcuni degli aspetti della personalità di ciascun essere umano. Coloro che danno origine ad una vita dunque diventano anche l’origine dei tratti peculiari della sua personalità in età adulta.
Il lavoro sul padre diventa uno specchio in cui scorgere sé stessi, i propri dubbi, la propria insicurezza, l’occasione per scoprire il proprio Edipo.

In un periodo in cui impera la vacuità nel lavoro di tanti autori, spesso a causa della distanza tra la pratica artistica e l’esistenza, l’unica risposta possibile sembra essere la soggettività portata all’estremo. La trascrizione delle proprie angosce e ossessioni è l’unica fonte possibile di autenticità. E l’autenticità è il valore in fotografia.

Dès que j’ai commencé à photographier, mes images se sont imposées à moi comme un journal intime. Ma pratique photographique est indissociablement liée à mes expériences.
Je ne peux imaginer faire autrement. Je photographie ce que je vis pendant que je le vis.
Je ne peux photographier si je ne suis pas acteur à part entière des situations dans lesquelles je m’immisce ou que je provoque.
A. D’Agata

Tesi di Laurea
di Iolanda Giorgia Maria Foti
Accademia di Belle Arti
di Reggio Calabria
Scuola di Grafica d’Arte
A.A. 2013/2014
Diploma di Laurea di I Livello
in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo
Relatore
Prof. Francesco Mento

A me questo lavoro, che per altro è stato realizzato interamente con una Fujifilm X100s, sembra un ottimo inizio. Voi cosa ne pensate? Brava Giorgia, adesso possiamo iniziare a fare sul serio!


Condividi sui Social:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • MySpace
  • RSS

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*