Riflessioni in ordine sparso sulla fotografia

Un viaggio tra arte, fotografia e vita

Capa e Basilico, legami ideali tra fotografia di reportage e architettura1 min read

La celebre affermazione “Se la foto non ti è venuta bene, vuol dire che non eri abbastanza vicino” di Robert Capa mi ha sempre fatto pensare alla necessità di una vicinanza fisica col soggetto. Oggi a questo primo concetto ne affianco un secondo espresso da Gabriele Basilico, il quale fa riferimento ad un avvicinamento progressivo alle città e ad uno sguardo lento, figlio anche del ritorno nei luoghi, utile alla produzione di visioni sempre meno superficiali.

Leggi anche:
Arrivederci Gabriele
Il progetto fotografico
Gabriele Basilico sul narcisismo in fotografia e la lentezza dello sguardo
Robert Capa: biografia essenziale


Condividi sui Social:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • MySpace
  • RSS

Commenti

Un pensiero su “Capa e Basilico, legami ideali tra fotografia di reportage e architettura

  1. Pingback: Must-have: libri irrinunciabili sulla fotografia - Riflessioni in ordine sparso sulla fotografiaRiflessioni in ordine sparso sulla fotografia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*